I dirigenti dell'Inter, compresi Giuseppe Marotta e Piero Ausilio, potrebbero dimettersi se dovesse concretizzarsi la cessione di Romelu Lukaku al Chelsea per 130 milioni di euro. Secondo quanto riportato dalle ultime indiscrezioni i dirigenti, che hanno il contratto in scadenza nel 2022, potrebbero prendere questa drastica decisione se dovesse essere notevolmente ridimensionato il progetto tecnico della società. Nei mesi precedenti era prevista infatti soltanto la cessione di un big. Con l'addio di Hakimi, il debito sarebbe stato poi rientrato grazie alle cessioni dei calciatori in esubero e con il taglio degli stipendi, da sempre promosso dal gruppo cinese.

Adesso, l'inter club starebbe decidendo sul trasferimento di Lukaku al Chelsea. I Blues gli avrebbero offerto un contratto da 15 milioni di euro all'anno e l'attaccante avrebbe anche già parlato con il tecnico Thomas Tuchel. Gli Zhang, dalla Cina, sarebbero disposti ad accettare l'offerta perchè potrebbero monetizzare notevolmente e coprire i debiti degli ultimi anni.

L'Inter sarebbe anche sulle tracce di Paulo Dybala

L'Inter, però, potrebbe tentare il colpo Paulo Dybala se dovesse partire il classe 1993 belga. L'argentino ha il contratto in scadenza nel 2022 e non avrebbe raggiunto ancora l'accordo con la Juventus per il rinnovo. Il tecnico Massimiliano Allegri lo riterrebbe centrale nel nuovo progetto, mentre la società non gli avrebbe riconosciuto i 10 milioni richiesti come stipendio annuale.

Sulle sue tracce ci sarebbe anche il Real Madrid e il suo acquisto sarebbe un'occasione perché il cartellino potrebbe essere venduto a prezzo di saldo.

La società nerazzurra, però, come erede principale di Lukaku vorrebbe ingaggiare Duvan Zapata dell'Atalanta. Il calciatore avrebbe una valutazione di circa 40 milioni di euro, cifra che consentirebbe ai bergamaschi di andare su Abraham del Chelsea.

In alternativa, se Inzaghi volesse cambiare modulo, con un passaggio al 3-4-2-1, potrebbe optare per Joaquin Correa. Secondo Sky Sport, l'argentino potrebbe lasciare la Lazio per una cifra sui 50 milioni di euro ed avrebbe già riferito a Maurizio Sarri di voler cambiare aria perchè il nuovo modulo sarebbe poco congeniale alle sue caratteristiche tecniche.

Il sogno dell'Inter, invece, sarebbe Dusan Vlahovic della Fiorentina. Il presidente Rocco Commisso lo valuta circa 60 milioni di euro. Si tratta di un classe 2000 che piacerebbe molto a Marotta perchè avrebbe ottima potenzialità da prima punta, molto compatibili al collega Lautaro Martinez. L'affare low-cost potrebbe invece essere Edin Dzeko della Roma.