Allontanata dall’hotel in cui si teneva un evento mondano a cui era stata invitata. Naomi Campbell, una delle più note star della passerella, ha affermato di essere stata vittima di un presunto episodio di razzismo. Infatti la top model ha raccontato in un’intervista al settimanale Paris Match l’incresciosa vicenda, che sarebbe avvenuta durante il Festival di Cannes. Naturalmente le dichiarazioni della “Venere nera” hanno avuto una vasta eco in tutto il mondo: sembra incredibile che un personaggio così popolare possa aver subito una simile forma di discriminazione, per di più dal personale di un albergo di lusso.

Ma andiamo con ordine: Naomi ha raccontato al direttore della rivista Olivier Royant le tante difficoltà che ha dovuto superare in carriera, ricordando anche l’aiuto ricevuto dalle altre modelle, come Cindy Crawford, che si rifiutavano di sfilare quando l’amica veniva esclusa.

Il racconto del presunto episodio di razzismo

“Essere nera non mi ha di certo avvantaggiata – ha spiegato Naomi – ancora oggi è una sfida continua”.

E a tal riguardo la top model ha fatto l’esempio del party durante il Festival di Cannes, tenutosi in una non meglio precisata località nel Sud della Francia, al quale era stata regolarmente invitata. Tuttavia quando si è presentata con un’amica non l’avrebbero fatta passare. Chi era alla porta dell’albergo, di cui la Campbell evita di citare il nome, avrebbe trovato la scusa che la sala era piena, ma nel frattempo avrebbe continuato a far entrare altra gente.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Gossip

“Non ci ha volute per il colore della mia pelle – ha concluso la modella – quindi continuerò a far sentire la mia voce contro questo genere di situazioni rivoltanti”.

Le recenti disavventure di Naomi Campbell

L’intervistata non ha aggiunto altri particolari sulla vicenda, così non sappiamo ad esempio se alla fine il malinteso sia stato chiarito, oppure come la Campbell abbia reagito di fronte a questo comportamento inqualificabile.

Si può immaginare che Naomi abbia risposto in maniera veemente a questo presunto atto di razzismo. Del resto è noto come la top model non abbia un carattere facile: già nel 2006 è stata condannata a svolgere una settimana ai servizi sociali, dopo aver scagliato un telefono cellulare contro una cameriera.

Nel 2008 poi ha sputato in faccia ad un poliziotto che l’aveva fermata; inoltre si è parlato anche di una sua aggressione nei confronti della collega Cara Delevingne nel corso di una settimana della Moda. Infine nel 2015 è stata condannata a sei mesi di prigione, con pena sospesa, per aver malmenato un fotografo.

La caccia all’albergo in cui sarebbe avvenuta la vicenda

In molti hanno cercato di scoprire il luogo in cui l’episodio sarebbe accaduto. La rivista W ha notato come Naomi non sia stata presente durante l’ultima edizione del Festival di Cannes, a cui sembra mancare dal 2017, quando è stata fotografata sulla Croisette insieme a Nicole Kidman. Un mese dopo la rassegna di quest’anno, però, la modella ha presenziato ai Lions, i premi della pubblicità, sempre a Cannes.

Inoltre si è saputo che il 17 maggio Naomi era stata invitata alla Annual Filmmaker Dinner ad Antibes, ma il personale dell’albergo in cui si è tenuta la cerimonia nega che un episodio simile sia potuto accadere in quell‘occasione. Del resto la Campbell è di casa in quell’hotel, avendovi festeggiato i propri quarant’anni: appare davvero difficile che non l’abbiano riconosciuta.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto