Con il nuovo Governo giallo-rosso il Paese sarà ora guidato dal Pd e dall'M5S, ovverosia da due forze politiche che, negli ultimi anni, si sono distinte per il varo di misure concrete per il contrasto alla povertà. Il Partito Democratico, infatti, ha introdotto il ReI, Reddito di Inclusione, mentre il MoVimento 5 Stelle è andato oltre con il reddito di cittadinanza che mira a coniugare al contrasto della povertà il rilancio occupazionale.

Reddito di cittadinanza al sicuro con la nomina a ministro di Nunzia Catalfo

La nomina di Nunzia Catalfo a Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del secondo governo Conte, inoltre, lascia intendere che il reddito di cittadinanza è al sicuro, ovverosia difficilmente chi attualmente prende il sussidio avrà brutte sorprese. Ma nello stesso tempo, sebbene il nuovo Governo sia nato da poco, al momento è chiaro che tra PD e M5S manchi la sintesi per possibili modifiche, o meglio per possibili migliorie al reddito di cittadinanza in accordo con quanto riporta e mette in risalto fanpage.it.

Il reddito di cittadinanza, tra l'altro, non è presente nell'accordo programmatico tra PD e M5S che, almeno nella prima fase dell'azione di Governo, dovrebbero puntare su ambiente, scuola, diritti, e pure sulla revisione del decreto sicurezza bis andando così ad accogliere i rilievi del Presidente della Repubblica.

Fase 2 del reddito di cittadinanza, la sfida di breve termine per il Governo giallo-rosso

D'altronde, prima di poter pensare di migliorare il reddito di cittadinanza, magari rendendo meno stringenti i criteri di accesso alla misura, nel breve termine per il Governo giallo-rosso c'è da vincere la sfida con la cosiddetta fase 2, quella del rilancio occupazionale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

E questo perché ad oggi non tutti i navigator sono pienamente formati, e quindi operativi, così come presso molti Centri per l'Impiego a regnare è ancora l'incertezza considerando anche il fatto che in molte Regioni del Sud i beneficiari che firmano il Patto per il Lavoro restano comunque a spasso dato che le offerte di lavoro scarseggiano.

Per rendere l'idea, riporta ilmattino.it, nella Regione Campania le proposte di lavoro per le famiglie che percepiscono il reddito di cittadinanza sono attualmente pari a zero.

E questo anche perché, come sopra accennato, la complessa macchina organizzativa che dovrebbe mettere in comunicazione l'Inps con i Comuni e con i Centri per l'Impiego, è ancora in fase di rodaggio. La Campania, tra l'altro, è l'unica Regione italiana dove i navigator che hanno vinto il concorso sono ancora a spasso in quanto manca la firma della convenzione con Anpal, l'Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto