L'alleanza tra il Partito Democratico ed il Movimento Cinque Stelle era un qualcosa che in pochi avrebbero potuto immaginare. Per anni le due fazioni se ne sono dette di tutti i colori fino ad arrivare alla costituzione della maggioranza giallorossa che oggi regge il governo. Tuttavia, si è trattato dell'ennesima dimostrazione che, in questo momento, nello scenario politico italiano, tutto può accadere.

Con la fuoriuscita dal Partito Democratico di Matteo Renzi si sono aperte nuove potenzialo prospettive. La giornalista del Corriera della Sera Maria Teresa Meli, ospite della trasmissione di La 7 L'Aria che tira, ha posto in particolare l'accento sulla possibilità che, più che da parte di Renzi, la caduta del governo potrebbe essere generata dalla ''voglia di elezioni'' da parte di Zingaretti e Conte.

Renzi ha ancora percentuali basse

Myrta Merlino, conduttrice della trasmissione L'aria che tira, ricorda alla giornalista come proprio lei, attraverso le sue interviste, abbia, in un certo senso, schiuso la possibilità che potesse aprirsi la stagione giallorossa per l'Italia. Il presupposto espresso diventa l'occasione per una battuta sul fatto se sia pronta o meno a farne altre che potrebbero portare addirittura alla chiusura dell'intesa M5S-Pd.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Pd

La risposta è chiara: "Non sono pronta per un'intervista che la chiude". Una dichiarazione che si radica su scenari dettati dalle opportunità. "Non mi pare - evidenzia Maria Teresa Meli - che sia questo il futuro. Non credo che Renzi abbia motivi per far cadere il governo. Ha un partito che ha percentuali minime e deve farlo crescere".

Zingaretti e Conte potrebbero avere interesse ad elezioni adesso

Si, perché Matteo Renzi, in fondo, potrebbe diventare una sorta di ago della bilancia per la maggioranza, ma potrebbe non spostare gli equilibri rispetto alla coalizione giallorossa o presunta tale.

L'ex Sindaco di Firenze rappresenta ormai un terzo corpo rispetto a Pd e Movimento Cinque Stelle, con la sua Italia Viva. Chi, invece, potrebbe essere interessato ad andare al più presto alle urne sono altri due soggetti influenti. "Il problema ed il sospetto di Renzi - evidenzia - è che puntino a fare le elezioni Nicola Zingaretti ed il Premier Giuseppe Conte".

In fondo il Segretario dem potrebbe avere interesse ad affrontare Italia Viva in una fase in cui è ancora in assestamento e con percentuali basse e forte potrebbe essere anche l'ambizione dell'attuale Presidente del Consiglio.

"Adesso o mai più - sottolinea Maria Teresa Meli - diventa il candidato Premier di questa nuova santa alleanza". Considerazioni che si basano evidentemente su alcune indiscrezioni secondo cui Zingaretti avrebbe creato una sorta di asse con il Premier, quasi a discapito di Di Maio, nella corsa allo scranno più alto del governo. Netto è, invece, il pensiero sul leader della terza forza del governo: "Che lo faccia cadere Renzi, per quanto sia abbastanza vivace ed imprevedibile, non penso".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto