Alexa
Lavoro Giovani, Bonus 2018 ecco tutte le novità in arrivo da parte del Governo

Lavoro giovani

Canale
Iscritto 114 Iscritti
Questa è la community di Lavoro giovani. Iscriviti per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie e per connetterti con gli altri membri!
Amministratore: G. Roselli
More
Iscriviti al canale
114 Iscritti
Iscrivendoti, riceverai aggiornamenti giornalieri su Lavoro giovani
Voglio ricevere aggiornamenti su Lavoro giovani
Mostra al mondo la tua passione
Gestisci un canale per Blasting News e inizia a guadagnare.
Cosa ti appassiona?
Raggiungi un'audience più grande
Sei una figura pubblica, un'agenzia media o un influencer famoso?
Richiedi un invito per gestire il tuo canale

Lavoro Giovani, Bonus 2018 ecco tutte le novità in arrivo da parte del Governo

Il Governo sta preparando un pacchetto di incentivi a favore dell'occupazione giovanile per l'anno 2018. Alla base di questa iniziativa, sono previsti una serie di aiuti a favore delle aziende italiane che potenzialmente possono assumere nuovo personale. Il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, ha garantito che questo progetto prevede la creazione di 300mila nuove opportunità di lavoro per i giovani italiani. Il pacchetto si chiama "Incentivo Occupazione Giovani" ed è stato preparato per favorire l'inserimento nel lavoro e combattere la disoccupazione giovanile. L'obiettivo dell'esecutivo, è quello prevedere una riduzione dei contributi previdenziali a favore dei datori di lavoro.

Le aziende usufruiranno di un'agevolazione che verrà erogata in 12 mesi, con rate mensili sino ad un massimo di 8.060 euro per ogni anno.

Per ottenere l'incentivo ci sono dei paletti da rispettare, uno su tutti è l'età dei giovani assunti, che deve essere compresa tra 16 e 29 anni. I giovani che verranno impiegati inoltre, non devono essere inseriti in percorsi di formazione e studio. Ad oggi è in vigore il Bonus 2017, regolato dal Decreto Direttoriale del 02/12/2016 nr. 394. Le novità del 2018 prevedono una riduzione dei contributi pari al 50% per i contratti a giovani lavoratori a tempo determinato sino ad un massimo di 4030 euro annuali. La riduzione del 100% invece sarà prevista per i contratti di lavoro a tempo indeterminato sino ad un massimo di 8060 euro per dodici mesi. L'iniziativa del nuovo anno prevederà inoltre alcune misure che serviranno ad evitare la strumentalizzazione del provvedimento. Per fare questo, saranno previste alcune clausole anti licenziamento, le aziende infatti devono dimostrare di non aver licenziato personale negli ultimi sei mesi precedenti alle nuove assunzioni.

Secondo quanto dichiarato dal Ministro Poletti, questo nuovo provvedimento, servirà ad incentivare il mercato del lavoro, perché permetterà di stimolare le aziende ad assumere nuove e giovani unità lavorative in ogni settore d'impiego. Nell'anno in corso i dati Istat sono stati lievemente positivi, ma secondo alcuni economisti, si tratta per la maggior parte di contratti a tempo determinato.Tali contratti infatti non permettono di avere una stima con basi solide, perché di solito alla scadenza, solo alcuni contratti vengono rinnovati e tramutati a tempo indeterminato.