"Non mi nascondo". Beppe Marotta parla con chiarezza a Radio Anch'Io Sport su Radio 1 del mercato dell'Inter sia in entrata che in uscita. L'amministratore delegato nerazzurro conferma di fatto le trattative in corso per Romelu Lukaku e Paulo Dybala, aggiungendo però che per il momento nessuna delle due può definirsi conclusa. Dopo aver ribadito l'incedibilità di Lautaro Martinez, ha evidenziato che la partenza di un big ci sarà e che riguarderà quasi certamente la difesa (Skriniar principale indiziato).

Il primo argomento toccato dal dirigente varesino è (manco a dirlo) quello relativo al probabile ritorno alla Pinetina di Lukaku.

Ha innanzitutto sottolineato che non è una questione di ore, perché l'obiettivo suo e del direttore sportivo Piero Ausilio è quello di mettere in piedi un organico competitivo ma "nel rispetto degli equilibri economico-finanziari, all'insegna della sostenibilità".

Dunque, per dirla con le parole di Marotta: "La pista Lukaku è assolutamente percorribile, ma dobbiamo ancora valutare se possiamo definirla o meno". Andando invece ad interpretare tra le righe, queste affermazioni lasciano intendere che i discorsi con il Chelsea per il centravanti belga sono ormai avviati, ma probabilmente non si è ancora riusciti ad arrivare ad un accordo definitivo.

La sensazione è che il presidente dell'Inter Zhang voglia provare a risparmiare ancora qualcosa sulla cifra da sborsare per il prestito oneroso di Big Rom.

Ad ogni modo, sembra che ci sia la volontà da parte dei due club di trovare una soluzione che permetta a Lukaku di tornare ad indossare la maglia nerazzurra per sua manifesta volontà.

Obiettivo Dybala e Lautaro non si tocca

Un altro nome che ormai circola da diverse settimane negli ambienti interisti è quello di Paulo Dybala.

L'attaccante argentino non ha rinnovato il contratto con la Juventus in scadenza il 30 giugno, dunque sarà libero a parametro zero. Anche in questo caso Marotta ammette che La Joya è un obiettivo di mercato della Beneamata, dichiarando che sia su Lukaku che su Dybala: "Ci siamo buttati a capofitto".

Anche in questa circostanza però ha ribadito che l'Inter deve sempre tener conto degli aspetti finanziari di tutte le sue operazioni.

Per questo motivo, se è vero che i due attaccanti "sono realtà tecniche che ci farebbero comodo", è pur vero che non si possono sforare determinati parametri economici. Quindi (probabilmente anche per spegnere i facili entusiasmi) l'amministratore delegato del club meneghino ha aggiunto che se non si dovesse riuscire a chiudere positivamente le due trattative, la dirigenza sarebbe comunque pronta a virare su altri obiettivi.

Le voci di mercato hanno spesso indicato in Lautaro Martinez il "sacrificabile" dell'Inter sull'altare delle cessioni. In realtà Marotta ha smentito questa eventualità, definendo "indispensabile" il 'Toro' per avere una squadra forte e vincente.

La cessione pesante in difesa

L'Inter ha comunque la necessità di chiudere il Calciomercato estivo con un attivo in bilancio ed una riduzione generale del monte-ingaggi. Di conseguenza, se Lautaro Martinez è intoccabile, qualche "pezzo da novanta" della rosa dovrà pure andar via. E su questo punto Beppe Marotta ha fatto capire che il reparto nel quale dovrebbe registrarsi l'addio di un big sarebbe quello difensivo.

Il dirigente nerazzurro, infatti, ha affermato che è molto più difficile sostituire un attaccante piuttosto che un difensore, quindi: "Sarà questo il settore in cui dovremo agire". Il sospetto, dunque, è che uno tra Milan Skriniar e Alessandro Bastoni possa salutare nelle prossime settimane Milano.

Per un difensore che partirà ce ne dovrà essere un altro che arriverà. Marotta ha svelato che con Ausilio stanno già valutando delle alternative. Quando gli è stato chiesto di Bremer, ha replicato con ennesima chiarezza: "È un giocatore di caratura mondiale e farebbe comodo a tante squadre di vertice. È un difensore su cui sono poste tutte le nostre attenzioni".

Lukaku e Dybala nel mirino per l'attacco, Bremer in caso di partenza di un pilastro della difesa. Questi gli obiettivi dichiarati dell'Inter dell'amministratore delegato Marotta che, intanto, si prepara ad abbracciare due volti nuovi. Il dirigente ha infatti anticipato che nei prossimi giorni arriveranno le ufficialità degli ingaggi del centrocampista Mkhitaryan e del portiere Onana.