Nell’Oroscopo l’Acquario è l’undicesimo segno dello zodiaco e il terzo e ultimo segno zodiacale d'Aria, dopo i Gemelli e la Bilancia. Questo simbolo affascinante ed eccentrico, risulta cerebrale e non entra facilmente in contatto con le emozioni. L’undicesima casa astrologica, a cui esso appartiene, è dedita alle amicizie che l’Acquario vive in maniera simpatica e molto espansiva. Progetti e speranze si mescolano in questo segno molto originale, che sa uscire fuori dagli schemi prestabiliti con spirito indipendente e audace. Sei nato sotto il segno dell'Acquario e vuoi conoscere il tuo ascendente?

Scopri come calcolare l'ascendente in pochi semplici passi con la nostra guida.

Le origini dell’Acquario

In mitologia, l’Acquario viene associato al mito di Ganimede, figlio del re di Troia e di Calliroe. Questo giovinetto di aspetto molto attraente, era munito di una bellezza talmente rara da essere denominato “il più bello dei mortali”. Si narra che Zeus lo fece rapire da un’aquila o ne assunse le sembianze egli stesso, portandolo sull’Olimpo. Qui il giovane divenne coppiere degli dei e si occupava di versare il nettare nella coppa del divino Zeus. Proprio l’aquila divenne il simbolo della costellazione dell’Acquario.

Un po’ euforico e un po’ apatico: ecco la personalità dell’Acquario

L’Acquario in oroscopo nasce nel periodo astrologico invernale, quando il freddo e il ghiaccio congelano un po’ le sue emozioni.

Le idee però rimangono ferme e spaziano con originalità nella mente di questo segno molto razionale, che si apre a una primavera promettente per attuare i progetti tenuti in cantiere. E’ dedito alla bellezza e allo charme, ma si approccia agli altri in modo ambivalente. Si riscontra infatti nell’Acquario sia il principio femminile dello Yin che quello maschile e creativo dello Yang.

Idealismo e passione quindi si intrecciano in maniera vorticosa e ciò ricorda il passionale segno del Leone dirimpettaio nella ruota dello zodiaco. Nella personalità di questo simbolo, si riscontra anche un’eccessiva euforia alimentata dalla novità, che entra in conflitto con un’improvvisa apatia. Tra i difetti invece vi è una spiccata suscettibilità alle offese, ma in compenso l’Acquario è molto gentile, caritatevole e pronto a soccorrere tutti senza remore.

Acquario: curiosità sul modo di amare

L’Acquario in amore non ama la staticità e tutto per lui diventa un’avventura entusiasmante e frizzante. Questo segno, molto fluttuante e libero da ogni schema obsoleto, si apre a un modo di amare innovativo e osa, pur di affermare la sua voglia di vivere, sensazioni euforiche. Il modo di approcciarsi ai sentimenti è molto ragionato, poiché prima di tutto viene l’amicizia. Quindi l’Acquario tende a distaccarsi dalle emozioni, forse creando una barriera utile per proteggere la sua voglia di libertà, di beneficiare dei suoi spazi in cui si rifugia per riflettere in solitudine. Anche in amore quindi ha bisogno di delimitare i suoi confini, per ricaricare le energie con i suoi ideali spesso troppo utopici e distanti dalla realtà.

L’Acquario e il lavoro

Un po’ timidi e riservati, gli Acquario hanno anche uno spiccato senso di individualismo che li fa aspirare a raggiungere vette elevate e ambiziose. Urano è il pianeta che segna gli acquariani, lungimiranti nello svolgimento del loro operato. Occorre però che questo segno sia libero di praticare attività stimolanti per la mente. Ecco perché il loro modo di attuare le idee molto libere e aperte all’innovazione fa sì che sotto questo segno nascano filosofi e psicologi, tutte le professioni che lasciano campo libero ai suoi ideali, a una libertà fisica e mentale. La sensibilità nei confronti dell’amicizia contraddistingue questo segno che intreccia rapporti armoniosi con colleghi e superiori.

Tra i difetti, capita che l’Acquario possa essere preso da improvvisi “colpi di testa” sprigionati dal suo atteggiamento rivoluzionario e anticonformista.

Scopri tutti i profili degli altri segni dello Zodiaco

Segui la pagina Oroscopo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!