Islam - letteralmente "sottomissione, abbandono" a Dio - è una religione monoteista dovuta all'opera di Maometto, nato a La Mecca nel 570 e morto a Medina nel 632, considerato dai seguaci della religione islamica il Profeta inviato da Dio (Allah) per rivelare che esiste un solo Dio. Maometto, nella tradizione dell'Islam - è solo l'ultimo di una serie di Profeti, il primo dei quali è Adamo, la stessa figura che compare nella tradizione ebraico-cristiana.

Il libro sacro dell'Islam è il Corano (in arabo "recitazione"). Maometto però non è un profeta alla stregua del Cristo della tradizione cristiana, perché è un semplice uomo, "semplicemente" prescelto da Dio per diffondere il suo messaggio. Islamico o musulmano sono sinonimi: nella lingua araba muslim è il nome verbale per indicare la sottomissione a Dio.

L'Islam è diviso in due grandi correnti o famiglie: i sunniti e gli sciiti. I primi rappresentano la grande maggioranza dei musulmani, i secondi sono circa il 10 per cento, presenti soprattutto in Iran, Iraq, Libano, Bahrein. I sunniti prendono il nome dalla Sunna (consuetudine), uno dei testi sacri dell'Islam, sostanzialmente un codice di comportamento, considerata la seconda fonte dell'Islam dopo il Corano.

Gli sciiti (in arabo sciah vuol dire "frazione" o "partito) si richiamano ad Ali, nipote di Maometto, ucciso nel 680 a Karbala, nell'attuale Iraq, in una "guerra civile" all'interno del mondo musulmano tra coloro che ritenevano potesse essere califfo o imam qualsiasi credente e coloro che invece ritenevano di riservare questa possibilità solo agli appartenenti o ai discendenti della cerchia del Profeta. Lo sciismo - che riteneva Ali come unico titolato a questa carica, in quanto discendente diretto di Maometto - ancora oggi si differenzia dalla comunità sunnita proprio su questo punto.

Il Paese in cui la diffusione della religione islamica è maggiore è l'Indonesia: oltre 240 milioni di abitanti, l'86 per cento dei quali è di religione islamica. Seguono il Pakistan, il Bangladesh, la Nigeria. Solo al quinto posto si ha il primo dei Paesi arabi, l'Egitto, con circa 80 milioni di abitanti, il 90 per cento dei quali di religione islamica. Insomma: la stragrande maggioranza della popolazione araba è di religione islamica, ma non tutti i fedeli islamici vivono nei Paesi arabi. Nel mondo oltre 1 miliardo e 600 milioni di persone è di religione islamica.