Il palinsesto dei programmi televisivi è l'insieme delle trasmissioni disposte da una determinata emittente per un certo periodo di tempo: da qui ne deriva che si parla di palinsesto giornaliero, se fa riferimento a un giorno preciso, di palinsesto settimanale se riguarda i programmi televisivi programmati nell'arco di una settimana, oppure di palinsesto mensile o stagionale se i programmi si riferiscono a un periodo di tempo più ampio. I programmi TV, in genere, indicano l'ora della loro programmazione, il titolo della trasmissione, la tipologia (film, fiction, programma sportivo) e altre informazioni accessorie come, ad esempio, la trama e gli interpreti.
 I programmi televisivi in Italia si possono suddividere in programmi televisivi in 'chiaro' e a 'pagamento'. Questi ultimi riguardano le piattaforme meglio conosciute come televisioni 'pay per view', come Sky e Mediaset Premium: l'offerta televisiva di questi network comprende un numero considerevole di canali, alcuni dei quali 'tematici', che si occupano cioè di un particolare argomento. La visione di questi canali è soggetta al pagamento di un canone che varia a seconda delle offerte e dei 'pacchetti' di canali proposti: più saranno i 'pacchetti' richiesti, maggiore sarà l'importo del canone mensile richiesto.


L'offerta televisiva in chiaro (sul digitale terrestre) viene principalmente distribuita dalla Rai, l'ente televisivo nazionale, e Mediaset, il network televisivo di Berlusconi facente capo alla holding Fininvest e fondato nel 1978. Per quanto riguarda la Rai, i canali principali sono rappresentati da Raiuno, Raidue e Raitre, mentre i canali di larga diffusione di Mediaset sono Canale 5, Italia Uno e Retequattro.
I programmi televisivi sono sottoposti a un 'grado di giudizio' rappresentato dall'audience. L'audience è il numero di telespettatori che hanno seguito una determinata trasmissione televisiva: il numero di tali spettatori viene rilevato secondo statistica attraverso alcuni apparecchi, denominati 'meter', che vengono installati nelle abitazioni di alcune famiglie prese a campione. Oltre all'audience, viene calcolato anche lo 'share', rappresentato da quella misura percentuale di telespettatori raggiunta da quel determinato programma, stimata sul totale del pubblico in visione nella fascia oraria di programmazione del programma stesso.